Come creare una pagina su Facebook

Ormai tutti hanno un account su Facebook. Ed anche le aziende, grandi o piccole che siano, non sono da meno. Ma viene fatto tutto correttamente? No, purtroppo no. Con questo primo articolo, voglio spiegarti come creare una pagina. Si deve partire dalle fondamenta, per avere una casa solida, no?

Scuserete l’ovvietà: essere presenti su Facebook è davvero importante per qualsiasi azienda. Sicuramente è importante il modo in cui si sta su Facebook, ma intanto cerchiamo di capire il perché non si può ignorare il più famoso social network del mondo.

Dopo Google, infatti, Facebook è il sito più trafficato in Italia, dove conta più di 22 milioni di iscritti (il che significa che più di 2/3 della popolazione internet italiana ha un account su Facebook!). E tanto basta per decidere che la propria presenza è irrinunciabile.

In questo primo articolo dedicato a Facebook, essendo scritto per Local SEO (ovvero un sito che si rivolge alle attività localizzate), affonterò unicamente il discorso Facebook dal punto di vista di una azienda locale (ristoranti, hotel, negozi, etc.), ovvero ogni azienda il cui indirizzo fisico è elemento essenziale per il proprio business.

Dunque, come si crea una pagina Facebook? Recandosi sull’apposita pagina e seguendo le istruzioni, partendo dalla selezione del tipo di pagina. Dato che sto parlando di imprese locali la pagina va creata selezionando Impresa locale o luogo.

Va poi caricato il logo, aggiunta una descrizione, il link al proprio sito web e si può finalmente iniziare a lavorare per davvero sulla pagina (questi passaggi sono opzionali e possono essere eseguiti in una fase successiva).

Visivamente, una pagina si presenta come un profilo personale, ma le differenze reali sono molte. E la prima differenza da ricordare è nel loro scopo! Infatti, il profilo personale va usato per una persona fisica ed una pagina va usata per una azienda/organizzazione/marchio/etc.

Sono davvero tanti i motivi per cui creare un profilo per un’azienda è sbagliato. Ciò nonostante, vedo sempre troppe aziende cercare di promuoversi su Facebook partendo così male. Mi limito a citare i primi tre motivi che mi vengono in mente per non fare questo errore:

  1. è contro le linee guida di Facebook! Se decidono di essere fiscali, possono tranquillamente chiudere l’account, dovendo ricominciare daccapo;
  2. i profili hanno un limite agli amici (5000), limite che ovviamente non c’è nelle pagine. Raggiunto quel limite di 5000, non si potrà far crescere ulteriormente i nostri fan;
  3. i profili non hanno gli Insights, informazioni statistiche sulla pagina e sugli utenti (alcune informazioni possono essere estremamente utili).

Inoltre, a parte ulteriori validissimi motivi, mi chiedo: sono l’unico che rabbrividisce all’idea di diventare amico di una azienda?

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *